Tira più un filo di MTV che un carro di buoi

Non si tratta di un concerto imperdibile, non si tratta di una sfilata di moda di stra-belle, non si tratta di un evento sportivo memorabile. È la solita premiazione annuale degli MTV Europe Awards, stavolta ospitati a Roma. Un’interessante parata di stelle (yawn) del calibro di Eminem, Anastacia, The Hives (?), Franz Ferdinand, Nelly e con presentatori molto professionali come Naomi Campbell, Natasha Bedingfield e Paolo di Canio (eh?).

Come prevedibile, la pollination week ha fatto entusiasmare i ragazzotti di Roma e zone limitrofe: si è arrivati a scontri con la polizia davanti al Foot Locker per accaparrarsi gli ultimi 100 biglietti che poi, con un colpo di genio markettaro, si è deciso di regalare durante la trasmissione TRL, in diretta dalla Terrazza del Pincio.

I ragazzini spingono, le vere star (come gli U2) tirano pacchi, la solita Naomi Campbell flirta: insomma, tutto il chiasso prevedibile e prevedibilmente organizzato dagli organizzatori. Che sanno benissimo quanto tirino più le starlette da MTV che altri artisti più convincenti. Amen, è la loro festa, non infieriamo oltre.

Da notare che per l’occasione, anche la musica italiana potrà schierare i suoi cavalli migliori (…), come Articolo31, Caparezza, Elisa, Linea77, Tiziano Ferro. Deo gratias, pare facciano esibire solo quest’ultimo, che almeno un pubblico in giro per l’Europa è riuscito a disseminarlo. Rimane da verificare l’espressione da mucca che assumeranno i conduttori, come già avvenne per il premio dato nel 1998 ai Bluvertigo, nel premiare questi illustri sconosciuti italici.

5 pensieri su “Tira più un filo di MTV che un carro di buoi

  1. Nella stessa serata degli MTV Awards, Telelombardia (emittente regionale leader al nord) trasmetteva un programma musicale per over 60. Tra gli ospiti Iva Zanicchi, Little Tony e tanto tanto liscio e musica popolare… Almeno in questo campo c’è un po’ di “democrazia”

  2. Pingback: Pingback dall’articolo » MTV e il peso culturale dell’1% di share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.