Piccolo è bello

Dopo qualche incertezza iniziale, anche le versioni localizzate per l’Europa di GMail Clips, il sistemino basato su RSS che propone microcontenuti random “per togliere la noia” durante la lettura della posta, sembra essere a regime: le notizie sono spesso interessanti o utili. La palma dei contenuti più curiosi va alle “Informazioni sul riciclaggio” (carta, plastica e non solo) che appaiono all’interno del Cestino.

Non è la prima e non sarà di certo l’ultima applicazione che si basa sui micro-contenuti che media grandi e piccoli dispensano via feed RSS: basterebbe dare un’occhiata a prodotti Java come RSS News Reader (anche in versione italiana) per comprendere come due righe di testo possano riassumere qualsivoglia notizia in maniera sovente efficace, ma sempre efficiente.

Il tempo è la risorsa critica per molti di noi e non sempre un articolo di un quotidiano o un servizio televisivo garantiscono un valore aggiunto superiore ad un dispaccio di agenzia, magari concentrato in poche righe: si spiega così il successo dei servizi informativi via SMS Premium o dello stesso Google News, che per molti è la chiave di accesso al mondo delle agenzie prima ancora che a quello dei media mainstream.

A questi ultimi, evidentemente, spetta il ruolo di garantire approfondimenti di qualità sui canali tradizionali e, onde salvaguardare il conto economico, di proporsi come fornitori di informazioni “brevi” sugli strumenti wireless. Quello che rimane un po’ più misterioso è il destino dei giornalisti: sempre e solo garanti dell’approfondimento oppure, ove necessario, nuovi specialisti dei micro-contenuti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.