Perché dire, quando si può stupire?

Lei ha 26 anni e non è bellissima: ha un corpo vivace ed il fascino della sua età, eppure sta diventando il sogno erotico dei milanesi. Appare di notte sulla linea verde della Metropolitana di Milano, quella frequentata dai giovani che vivono la movida dei Navigli, balla una sfrenata lap dance circuendo un palo dei vecchi vagoni e poi passa a raccogliere le offerte. I ragazzotti più svegli le danno la caccia per immortalarla col cellulare e pubblicarne le gesta sul Web, i più scafati intuiscono le potenzialità di marketing dell’iniziativa e si lanciano in ipotesi improbabili come quella che vede nella danza un messaggio promozionale di ATM.

Lui ha esattamente il doppio dei suoi anni ed è veramente brutto: grasso, stanco, volgare, eppure è l’eroe di centinaia di padri italiani. Ha vissuto una storia drammatica di separazione dalla moglie: lei è scappata in Australia con suo figlio ed i tentativi legali di recuperare un rapporto con questo ragazzo ormai sconosciuto gli sono costati centinaia di migliaia di euro. Dopo che l’incontro col figlio è stato seguito da media ed istituzioni pubbliche, l’ospitata a TG2 Dieci Minuti, in prima serata, gli è sembrata l’occasione migliore per richiamare l’atenzione dell’opinione pubblica su vicende come la sua: altro che lap dance, ha preso della benzina ed ha cercato di darsi fuoco.

Per quanto le due storie siano drammaticamente diverse in termini di protagonisti, storie pregresse e finalità dei gesti, le loro surreali caratteristiche le accomunano in termini di strategia: far parlare il più possibile di sé media e cittadini comuni per generare attenzione sui propri progetti. Alla fine, la ballerina ha fatto i suoi show in metropolitana per pubblicizzare il sito SickGirl.it, non certo per amore dell’arte; alla fine, De Martino non aveva nessuna intenzione di darsi fuoco davvero, voleva solo attirare l’attenzione degli altri programmi televisivi più che leggere davvero le sue recriminazioni.

Ciò che lascia un po’ perplessi è che rispetto alle idee vincenti di self marketing che stanno dietro i gesti dei due, il loro effetto finale è mal gestito da entrambi: migliaia di persone si precipitano sul sito della lap dancer e scoprono che non funziona; milioni di persone vogliono ascoltare ciò che il tizio ha da dire sui rapimenti di familiari e lui passa il tempo a minacciare nuovi gesti estremi come il dirottamento di un aereo, invece che utilizzare l’attenzione dei giornalisti per esprimere contenuti. Vedremo chi sarà il prossimo genio del marketing e quale la prossima idea estrema: speriamo solo che alle parole faccia seguire i fatti

1 pensiero su “Perché dire, quando si può stupire?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.