Le molte vite di Daniel McVicar

Quando negli anni Novanta Beautiful era riuscita a diventare un fenomeno di costume da prima serata, persino noi (ai tempi) ragazzini maschi conoscevamo volti e principali caratteristiche dei personaggi principali: Ridge, Brooke e tutti gli altri erano stati accolti nella nostra cultura popolare come veri e propri eroi di un nuovo tipo di narrazione, lontanissima dalle serie TV all’italiana, ma anche dalle telenovelas brasilane.

Tra i personaggi che avevano incuriosito di più i non-appassionati, sicuramente spiccava tale Clarke Garrison, un tipo un po’ losco ma che faceva sorridere le sciure grazie ai siparietti con una buffa signora coi capelli rossi. Il personaggio, allora e per molti lustri successivi, era interpretato da Daniel McVicar, uomo di bell’aspetto apparso nella serie a meno di 30 anni e oggi cinquantenne, invecchiato come il resto del cast.

Fin qui la storia potrebbe essere quella di tutti i personaggi (e dei relativi attori) della fortunata serie statunitense. La vita di Daniel McVicar cambia infatti pochissimi anni fa: nel 2006 apre un Vlog e inizia a dimostrare una certa predisposizione a coniugare entertainment, produzione televisiva e conoscenza del mondo digitale. Questa esperienza sfocia in un’attività imprenditoriale, Magmawave, con sede a Los Angeles.

Per ovvi motivi, i nuovi fan “digitali” di Daniel sono molto diversi da quelli della sua esperienza storica nella soap opera. L’attore però è intraprendente e poiché ormai la sua partecipazione a Beautiful sta esaurendosi, nel 2007 capisce che è il momento di capitalizzare quell’esperienza sul target di riferimento prima che venga dimenticato, partecipando a Notti sul ghiaccio 2, in Italia. Scriveva allora Lord Lucas:

«DANIEL MCVICAR (48 anni), attore, è il Clarke di “Beautiful”. “Mi sono fatto un provino da solo a Los Angeles e l’ho spedito via Internet. Non so pattinare, ma ho colto la sfida perché è uno show elegante”. La sua partner è Virginia De Agostini. Nome in codice: Trichecone.»

Quell’esperienza cambia profondamente la vita dell’attore. Si innamora della sua istruttrice di pattinaggio e si trasferisce in Italia, portando qui anche la sua attività professionale. Magmawave inizia così a lavorare a Torino, sempre con un baricentro forte nel suo fondatore e la tendenza virtuosa a mescolare tipi di media diversi per pubblici diversi. Daniel McVicar insomma si smarca definitivamente da Clarke Garrison.

Di lui non si hanno grandi notizie negli ultimi anni: diventa un imprenditore della comunicazione come altri, con qualche puntata nel mondo di TV e cinema. Ricompare sui giornali a inizio 2011, quando annuncia con grande dolore la scomparsa del giovane figlio per un incidente in auto a Los Angeles. Poi, pochi giorni dopo, una notizia di segno completamente opposto: farà parte del cast dell’imminente Isola dei famosi.

Non è difficile immaginare che, se Daniel riuscirà a superare il dramma familiare e mostrare il suo carattere duro ma affascinante, potrà ricostruirsi un nuovo ruolo nell’immaginario delle spettatrici del reality show. Questo ovviamente avrà ripercussioni positive sulla sua carriera, magari con l’avvio dell’ennesima vita, con un nuovo risvolto del suo mestiere di comunicatore a tutto tondo. In bocca al lupo, Mr. McVicar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.