Regalare il Kindle (visto quanto costano gli e-book)

Su queste pagine i giudizi nei confronti di Amazon Kindle non sono mai stati del tutto positivi. Il più famoso tra i lettori di e-book sin dal debutto sul mercato non ha brillato per innovazione tecnologica o ergonomia, ma va riconosciuto come sia riuscito a diventare l’oggetto più amato dai clienti del superstore di Seattle.

La sua vita su Amazon scorre ormai tranquilla: periodicamente vengono rilasciate nuove versioni che migliorano parzialmente l’esperienza utente, ma è ovviamente la crescente disponibilità di libri digitali che cerca di fare la differenza rispetto agli altri terminali; il modello è sempre più simile all’ecosistema iTunes/iPod di Apple.

Il prezzo finale dei libri non è particolarmente competitivo: spesso le versioni elettroniche dei libri costano quanto (o addirittura di più) di quelle cartacee. In loro favore c’è ovviamente la comodità di un testo virtuale, ricercabile e oggi addirittura prestabile a terzi; sui lettori forti, però, il cartaceo esercita ancora fascino.

Negli scorsi giorni il cofondatore di Wired Kevin Kelly ha ipotizzato che il pricing decrescente del Kindle possa presto arrivare a zero, o quantomeno essere affogato in bundle relativamente economici, sostenuti appunto dal costo più o meno integrale dei libri elettronici; il successo potrebbe trasformare il Kindle in uno standard.

Per quanto i (semi-)monopoli non siano mai augurabili, ci sarebbe bisogno di un po’ di standardizzazione nel settore; dall’altra parte, i negozi di libri digitali (anche in Italia) sono ormai diversi, quindi qualcun altro potrebbe prendere spunto dall’idea prima di Amazon stessa. Magari un editore di periodici, magari in Europa…

1 pensiero su “Regalare il Kindle (visto quanto costano gli e-book)

  1. Il mio giudizio sugli ebook ad oggi è negativo, in quanto ho vissuto un’esperienza sconcertante con Amazon: nel secondo semestre 2010 ho acquistato un ebook, ma già dal giorno successivo alla transazione non mi era più possibile consultarlo attraverso il software Kindle per personal computer. Mi appariva un messaggio in cui ero invitato ad effettuare un nuovo download del libro, e puntualmente ogni volta che cercavo di accedere alla copia elettronica, un nuovo alert mi avvisava che non era possibile leggere il libro!

    Ho provato numerose volte a scaricare l’ebook, fino a quando ho raggiunto un limite di download a disposizione!

    La situazione si è risolta con una mia richiesta di rimborso che, riconosco, è stata accolta in tempi rapidi dal leader della editoria digitale.

    Da allora mi domando cosa avessi “acquistato”: un diritto di accesso, una specie di possesso di contenuti digitali, o un bene di mia proprietà?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.