Il punto più basso della comunicazione politica

Silvio Berlusconi festeggia la rielezione di Giorgio Napolitano come Presidente della RepubblicaLa foto di Silvio Berlusconi che plaude raggiante alla riconferma di Giorgio Napolitano come Presidente della Repubblica ruota vorticosamente sui social network da qualche ora, come una sorta di clava agitata contro i grandi elettori di PD, PDL, Lega Nord e Scelta Civica che dopo aver intrallazzato per un po’ di giorni non sono riusciti a far altro che chiedere a un vecchietto volenteroso di continuare a fare da paciere.

Queste giornate hanno rappresentato il punto più basso della comunicazione politica (e probabilmente in generale uno dei più bassi della politica italiana) della storia repubblicana, mostrando l’incapacità di tutte le forze politiche di interpretare e tradurre in azione concreta i desiderata degli elettori. Né SEL, che pure è rimasta coerente nel corso degli scrutini, né il Movimento 5 Stelle sono riusciti a salvarsi dal naufragio collettivo.

Si sono alternati sulla scena capi-partiti, capi-corrente, capi-di-non-si-capisce-cosa a lanciare messaggi incrociati, ultimatum, dichiarazioni ai giornalisti; contenuti e pensieri postati da cittadini e politici sui social network sono stati frullati, sovra-interpretati e mischiati con gli spunti delle agenzie per riempire le ore di diretta di programmi come quelli de La7, con Enrico Mentana in video per decine di ore, come conduttore od opinionista.

In questo delirio i leader, soprattutto quelli del Partito Democratico, hanno fallito miseramente nel comunicare razionali e motivazioni nobili (si spera) delle proprie scelte, auto-condannandosi a posizioni di debolezza che nell’immediato si sono tradotte in imbarazzanti sedute monopolizzate da franchi tiratori e nel medio termine nel sicuro insuccesso alle prossime elezioni. Non esisterà campagna elettorale che potrà rimediarvi.

1 pensiero su “Il punto più basso della comunicazione politica

  1. Pingback: Pingback dall’articolo » La Cuccia di ex-xxcz » Sono un elettore mediamente confuso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.