Morandi il paciere social

Molti di noi non sono iscritti alla fan page su Facebook di Gianni Morandi, ma almeno uno dei nostri parenti o amici lo è. I numeri sono infatti monstre: superata con agilità la soglia del milione di like, la presenza ufficiale del cantante riesce ad attrarre lettori di tutte le età.

In alcuni casi è abbastanza scontato che non si tratti di fan musicali: ad attrarre è più la vita quotidiana del nostro eroe di provincia, che sostiene di leggere tutti i commenti alle sue foto quotidiane, scattate per la maggior parte in momenti di vita abbastanza comune.

Oltre a leggere, il bolognese più noto spesso risponde, apparentemente in prima persona, con una verve degna dei migliori community manager. Facebook è il suo terreno ideale: i tentativi di germinazione su altri social network come Instagram non hanno attecchito.

Alessandro Gilioli ha notato come il suo successo “social” sia legato alla sua capacità di spegnere, con una dialettica leggera e solo apparentemente ingenua, qualsiasi conflitto; qualità e necessità in tempi di conflitti accesi, cross-generazionali e inter-classe.

Morandi era già riuscito a imporre il suo stile ai suoi Festival di Sanremo, anche se ai tempi qualche critica la ricevette; oggi in quel posto c’è Carlo Conti, che invece opera a zero rischi, ma senza appunto la simpatia e la furbizia contadina del buon vecchio Gianni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.