Short-com cotte (e mangiate)

Parte lunedì prossimo Cotti e Mangiati, la nuova short-com di RaiUno. Definizione particolare, quella di “short-com“, che identifica le situation comedy di maggior successo negli ultimi anni in tutto il mondo: a partire dal successo internazionale di Love Bugs a quello tutto europeo del format francese Camera Café, si tratta delle serie che in pochi secondi al giorno e con una sola telecamera a disposizione, riescono a concentrare ironia e creatività.

Se la particolarità di Love bugs è quella di una serie infinita di situazioni di coppia in contesti differenti, quella di Camera Café è invece nella numerosità dei protagonisti: nel caso della nuova produzione Magnolia / Rai, lo sketch show verterà sulle avventure di una famiglia sui generis. Non tanto nella conformazione (il classico nucleo italiano padre – madre – figlio – figlia), quanto nel cast artistico: accanto ai due figli raccomandati (lei addirittura è figlia del regista), i genitori sono rappresentati dai bravi Flavio Insinna e Marina Massironi.

Se la presenza del primo è un evidente tentativo di saggiare il feeling del pubblico nei suoi confronti in vista del suo impegno in Affari tuoi dopo il ruolo antipatico in Don Matteo, quella di Marina è una garanzia di simpatia e buona qualità di recitazione. Si tratta, in ogni caso, di un tentativo coraggioso: come ha dichiarato Gori, l’utilizzo di un contesto familiare così classico potrà servire come chiave per sperimentare linguaggi nuovi nel massimo del “popolarismo” mediatico italiano, l’access prime time di Rai Uno.

Naturalmente, è possibile sollevare innumerevoli critiche preventive al progetto, ma solo a consuntivo si potrà capire se si è trattato di una banale copia edulcorata delle brillanti avventure di Luca e Paolo (alcuni autori, vista la produzione comune, sono gli stessi tra i due prodotti), oppure di un passo in avanti rispetto alle stantie ironizzazioni sulla vita di coppia dei pur bravi De Luigi e Canalis. In questo tipo di prodotti, sono i particolari a segnare il livello qualitativo: speriamo che in Cotti e mangiati gli stacchi tra gli episodi siano curati e creativi come quelli di Camera Café.

2 pensieri su “Short-com cotte (e mangiate)

  1. Pingback: Pingback dall’articolo » Sanremo 2011 e il trionfo di Luca e Paolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.