T.a.f.k.a.M.

Qualche anno fa i fan di Prince rimasero un filo perplessi quando il loro idolo gridò al mondo che non aveva più nome: era solo «the Artist (formerly known as Prince», per gli amici TafkaP. Poi dissero “se lo dice lui, sarà sicuramente cool!” e così tutti, fondamentalmente, se ne dimenticarono. Allo stesso modo Puff Daddy continua ad essere chiamato col suo primo nome d’arte più che P-Diddy.

Ovviamente sarà lo stesso anche per Louise Veronica Ciccone. Madonna è ormai un marchio che da oltre 20 anni domina le scene dell’entertainment. Con atteggiamenti quanto meno trasgressivi. Così commenta la notizia Malene Arpe, in un suo articolo sul Toronto Star:

«She simulated masturbation, while wearing a wedding dress, at the 1991 MTV awards.

She vigorously fellated an Evian bottle in the documentary Truth Or Dare.

She enthusiastically tongued youngsters Britney Spears and Christina Aguilera on international television.

She brought sado-masochism into the mainstream with a creak of her leather in the video for “Justify My Love.”

She posed all hot and bothered with Isabella Rosselini, Naomi Campbell, Big Daddy Kane and Vanilla Ice in the book Sex.

She efficiently emasculated former cutting-edge movie director Guy Ritchie simply by marrying him.

She’s … err … Esther!??

No offence to people named Esther, but when the news came that über-poptart Madonna has decided to change her name, Esther wasn’t exactly what sprung to mind.»

Qualcuno dice che il cambiamento sia dovuto all’andazzo della vendita dei biglietti negli Stati Uniti. I dispiacci stampa europei si soffermano sulla vittoria contro chi camminava nel suo parco ma soprattutto sulla sua vita da perfetta mammina. Negli Stati Uniti, invece, fa clamore il suo paragone tra Bush e Saddam Hussein. Comunque vada, insomma, basta che si parli di lei.

2 pensieri su “T.a.f.k.a.M.

  1. ma mi kiedo

    perchèil nome è sempre stato importante?

    sono solo lettere, l’una accanto all’altra….

    quello che conta è altro….vero?

    mi kiedo…ti annoieranno poi i miei articoli lunghi?

    non ti lamenterai?

    bacio, duchessa

  2. Pingback: Pingback dall’articolo » I figli so’ piezz’ e clone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.